english
français
deutsch
italiano

Facebook
Twitter
Contacts
Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne Esprit Montagne

Il Gran Paradiso (4.061 m.)

Contatti ed informazioni


Esprit Montagne - Mountain Guides


For further information:

E-mail: info@espritmontagne.com

Scalata al Gran Paradiso (4.061 m.)


Caratteristiche
Situato tra la Valle d’Aosta e il Piemonte, il Gran Paradiso è il più elevato massiccio alpino interamente compreso in territorio italiano. A lui deve il nome il primo Parco Nazionale istituito nel nostro paese, immenso laboratorio di osservazione e fonte inesauribile di scoperte; l’unico in Europa a vantare una rilevante presenza di stambecchi. Dal punto di vista botanico si possono osservare piante di origini quanto mai lontane tra loro come la Linnea Borealis (di origine artica), e l’Aethionema Thomasianum (rinvenibile nella catena dell’Atlante marocchino). Ma la flora e la fauna, in questo ambiente ecologicamente equilibrato, sono estremamente interessanti anche per i non specialisti, gli amanti della natura ed gli escursionisti che percorrono le mulattiere (nate come strade di caccia della Casa Reale d’Italia e divenute antiche vie di comunicazione) le quali si immergono nelle fitte e verdissime foreste, salgono agli aperti pascoli o lungo le morene ed i candidi ghiacciai.

Programma
1 giorno: salita autonoma al rifugio Chabod o al rifugio Vittorio Emanuele II dove nel pomeriggio o per la cena si incontrerà la Guida Alpina. Il tempo di percorrenza è di circa 2 o 3 ore. Con la guida verrà organizzata la giornata successiva nonché verificato il materiale. Pernottamento in rifugio dopo un’allegra serata in compagnia.
2 giorno: Partenza alle ore 4/5 di mattina per la salita alla punta del Gran Paradiso (4061 mt). Durante la salita, per circa un’ora si camminerà in sentieri poco tracciati, poi si inizieranno a fare i primi passi sul ghiacciaio facile fino ad arrivare verso i 3800 mt alle nevi eterne…. Gli ultimi metri prima della punta saranno caratterizzati da facili passaggi tra rocce e neve. La durata dell’ascesa è di circa 4/6 ore. Il panorama che si avrà dalla vetta del Gran Paradiso è unico, data la sua centralità e l’altezza. La discesa potrà essere sullo stesso percorso (verso il rifugio di partenza) o verso l’altro rifugio. Mediamente sono necessarie 2/3 ore per la discesa. Successiva discesa a Valle.

Difficoltà
Si tratta di una gita in alta montagna, adatta a chi vuole cominciare a scoprire l’alta montagna e i suoi fantastici paesaggi. Non presenta difficoltà tecniche particolare; l’utilizzo dei ramponi, piccozza e imbracatura è obbligatorio. Per poter affrontare la gita bisogna aver un allenamento medio alla marcia in quanto, il secondo giorno, tra salita e discesa si cammina per circa 6-8 ore a seconda dell'allenamento.
E’ consigliata la salita dal rifugio Chabod e la discesa sul rif. Emanuele o viceversa in modo da effettuare un bel giro panoramico.

Materiale
Zaino – vestiario – borraccia – scarponi impermeabili – occhiali da sole – creme protettive (fatt. 8 minimo) - berretto con visiera e berretto pesante - 2 paia di calze, 2 magliette, un maglione o pile, giacca a vento, guanti, macchina fotografica, lampada frontale - Imbracatura, ramponi e piccozza (noleggiabili presso il rifugio salvo disponibilità).

Gruppi: Max. 5 persone ogni Guida Alpina.
Periodo: Tutti i giorni da giugno a settembre.

Prezzi:
  • 1 persona - €450;
  • 2 persone - €240 a testa;
  • 3 persone - €170 a testa;
  • 4 persone - €140 a testa.

La quota comprende:
  • l’assistenza della Guida Alpina;
  • materiale di gruppo (corda, moschettoni, chiodi ecc).
La quota non comprende:
  • l’affitto del materiale tecnico (ramponi, picozza e imbrago - circa 15/20 euro al giorno per persona);
  • la mezza pensione al rifugio (42/46 euro circa a persona);
  • tutto ciò non espressamente menzionato nella voce "la quota comprende".